L’Osmosi Inversa è l’inverso dell’Osmosi, un processo che avviene continuamente nel nostro corpo, nelle piante ecc. Si tratta del fenomeno per cui avendo un liquido con una concentrazione maggiore di sostanze disciolte e uno con una concentrazione minore, separati da una membrana semi-permeabile – il liquido con la concentrazione maggiore tende ad andare attraverso la membrana verso il liquido con concentrazione minore, generando una pressione. La stessa che fa salire la linfa dalle radici alle foglie delle piante ecc. E’ come avere cento persone stipate in una piccola stanza e 2 persone in un’altra, separate da una porticina, dopo un po’ si vedranno le persone dalla stanza più piena di gente che si muovono verso la stanza più vuota fino a riempirla. Con L’O.I., tramite una pressione generata da una pompa spingiamo l’acqua di rubinetto (la sostanza con concentrazione maggiore di Sali e sostanze) attraverso la membrana osmotica il che lascerà passare solo il liquido e tratterrà tutte le sostanze che sono più grandi dei fori della membrana. Essendo i fori più piccoli perfino delle molecole di minerali, batteri, virus ecc. solo l’acqua passerà e il procedimento ridurrà le sostanze disciolte fino anche al 99,9%. Questo meccanismo può essere regolato per avere la giusta concentrazione di minerali desiderata. Si tratta di un processo naturale (è una cosa fisica), che non altera la struttura dell’acqua o delle sostanze disciolte, non aggiunge niente all’acqua e non usa sostanze chimiche di nessun tipo. Tutte le scorie se ne vanno dallo scarico e l’acqua pura, oligominerale esce dal rubinetto apposito. Per saperne di più leggete il rapporto dell’ ENEA (Ente Nazionale Nuove Tecnologie, Energia e Ambiente) nella sezione riferimenti o risorse in questo sito e la descrizione di Osmosi Inversa su Enciclopedie anche online, o sul libro Quale Acqua per la Nostra Salute Ed. Tecniche Nuove. L’Osmosi è un procedimento naturale e sicuro. Non produce “acqua acida”, ossidante, distillata, ecc. ma solo acqua pura e oligominerale senza alterare la struttura dell’acqua.